VIDEOSORVEGLIARE E' MEGLIO CHE CURARE



LA SICUREZZA CONQUISTATA CON LE TECNOLOGIE.

Causa anche, ma non solo, la perdurante crisi e depressione economica che ormai ha colpito un pò tutti, le soglie di sicurezza civile e sociale nei contesti in cui viviamo si sono significativamente abbassate, pregiudicando così la qualità della vita personale, la serenità degli ambienti domestici e familiari, nonché beni comuni, patrimoni e proprietà private.

Le statistiche pubblicate dal Ministero degli Interni e molti indicatori raccolti dalle forze dell'ordine attestano purtroppo preoccupanti trend con furti e crimini in continua crescita.
Come evidenziato dalle denunce formalizzate nelle questure, in Italia ogni 2 minuti si verifica un furto in appartamento o azienda.
Anche nei contesti cittadini virtuosi e socialmente non degradati non esistono più isole felici, aree o zone immuni da atti di vandalismo, da furti e intrusioni perpetrate da ladri, delinquenti e professionisti del crimine.
Lo Stato e le Pubbliche Amministrazioni, a vari livelli (comunale, regionale e nazionale), hanno piena consapevolezza di quanto si sta verificando e denunciando, ma pur avendo da tempo elevato livelli di guardia e attenzione per fronteggiare o quantomeno contenere il "problema", dispongono di risorse umane, economiche e tecnologiche limitate e quindi scarsamente efficaci.
Pertanto, illudersi che il ladro possa sempre agire solo e soltanto in casa altrui e/o pensare che siano sempre le Istituzioni o soggetti terzi a dover garantire la nostra sicurezza personale e familiare è un atteggiamento sbagliato, imprudente, poco lungimirante, improvvido e che disconosce la (triste) realtà dei fatti.




Come ben noto tra gli addetti ai lavori nei settori della sicurezza, il ladro e il delinquente di oggi è spesso un vero e proprio "professionista esperto", che opera informato e con competenze tecniche e tecnologiche, avvalendosi di mezzi adeguati in sinergia con "colleghi qualificati" e progettando accuratamente furti e intrusioni prima di agire.

Per queste ragioni assume notevole importanza l'adozione di qualsiasi rilevante azione o strumento, anche e soprattutto tecnologico, che abbia un'efficace valenza dissuadente e deterrente.
Il profilo del criminale socialmente disadattato e/o tossicodipendente, che agisce di impulso e maldestramente, è uno stereotipo del passato.
Nel mettere in atto congrue ed efficaci azioni di prevenzione di furti, intrusioni e atti vandalici è pertanto fondamentale non sottovalutare "il nemico", cosa che invece avviene di sovente, quantomeno a giudicare dall’elevato numero di telecamere finte che risultano essere state vendute online o dai molti e troppi impianti di allarme e di videosorveglianza che sono grossolanamente o impropriamente installati, di basso costo e standard tecnico, funzionalmente limitati, tecnologicamente arretrati e superati.



La sicurezza inizia facendo scelte sicure.
Il panorama tecnologico dei sistemi e degli impianti di sicurezza prospetta certamente soluzioni nuove, eccellenti e molto avanzate, in grado di mettere in serie e oggettive difficoltà qualsiasi delinquente.
Ma sebbene l'evoluzione tecnologica offra sempre spazi di miglioramento, bisogna prendere atto che la maggior parte degli impianti di allarme vengono ancora oggi diffusamente concepiti e realizzati da progettisti e installatori con scarso spirito innovativo, denotando rilevanti e oggettivi limiti tecnici e fruizionali, purtroppo ben noti anche ai professionisti del crimine.

Insomma, progettisti, installatori e integratori di sistemi non sempre vogliono o sono capaci di cavalcare l'evoluzione tecnologica e stare al passo con i tempi moderni.
I tradizionali impianti di allarme indoor (interni all'abitazione) risultano spesso inefficaci e hanno perso buona parte del loro potere deterrente.
D’altro canto, gli impianti di allarme perimetrali outdoor (da esterno, installati in giardini, cortili e terrazzi) basati su sensori radar e barriere di apertura e sfondamento a infrarossi e microonde sono tecnicamente complessi, invasivi, costosi e rischiano poi di risultare un boomerang in quanto possono produrre falsi allarmi in quantità industriale, generati per esempio dal volo rasoterra di uccelli o dal passaggio imprevedibile di cani, gatti o animali selvatici.

Pertanto, gli impianti di videosorveglianza sono attualmente, e a buona ragione, la miglior risposta tecnologica alla domanda di sicurezza aumentata negli spazi costruiti in cui viviamo, ma è bene ricordare che non tutte le telecamere sul mercato sono tecnicamente paragonabili e funzionalmente equipollenti.
Anzi, la forbice della qualità, del costo e delle prestazioni delle innumerevoli telecamere presenti sul mercato ha un'ampiezza macroscopica e impressionante, che dovrebbe essere ben compresa e valutata prima di procedere all'acquisto e all'installazione.


Two separate rooms - Around corners - Indoors and outdoors


Inoltre, una pessima progettazione (definizione strategica dei campi visivi, del numero di telecamere necessarie e del loro posizionamento, dei sensori ottici o termici, delle lunghezze focali, delle sensibilità luminose, dei supporti per le registrazioni, delle connettività e dei cablaggi, degli algoritmi di rilevazione, etc.), nonché una superficiale installazione e configurazione, possono (come spesso avviene) vanificare l’investimento nella sicurezza e compromettere l’efficacia dell’intero impianto di videosorveglianza, qualsiasi esso sia.




Un impianto di videosorveglianza e di sicurezza non dovrebbe sottostare a compromessi e, soprattutto, non dovrebbe essere scelto solo sulla base del suo (basso) costo.
Oggi esistono telecamere digitali in grado di vedere accuratamente, sia di giorno sia di notte, in altissima definizione e con risoluzioni non inferiori ai 6 Megapixel, dotate di doppio occhio e lenti ultraluminose (grazie alla tecnologia MoonLight), personalizzabili per coprire campi visivi stretti, grandangolari o emisferici (visione a 360°).
Esistono telecamere capaci di sentire e di parlare grazie a microfoni ambientali e altoparlanti integrati, in grado di individuare oggetti dimensionati e riconoscere automaticamente la presenza nel campo visivo di corpi caldi (mediante sensori termici e analisi termografiche delle immagini), nonché di distinguere e discernere movimenti di persone da quelli non rilevanti di animali o cose come, per esempio, i movimenti di animali selvatici o quelli delle foglie di alberi mosse dal vento.
Esistono telecamere in grado di rilevare situazioni di allarme ed effettuare automaticamente notifiche dovunque e in tempo reale, sul telefonino e/o direttamente alla mailbox del servizio remoto di vigilanza.

Esistono insomma telecamere concepite e progettate per essere all'altezza di ogni situazione, che registrano in modo affidabile (sia audio, sia immagini e video) e che documentano rigorosamente tutto quello che succede.
Grazie a queste tecnologie, un ambiente videosorvegliato è quindi intrinsecamente un ambiente più sicuro e la "città intelligente" (Smart City) del prossimo futuro non potrà prescindere da "case intelligenti" dotate (anche) di "telecamere intelligenti".
Senza dubbio alcuno, un ottimo impianto di videosorveglianza è anche un ottimo ed efficace strumento dissuasore e deterrente, che consente l’implementazione automatica di numerosi, avanzati e sistematici controlli, fondamentali ai fini di garantire la nostra sicurezza e quella degli ambienti in cui viviamo.
Comunque sia, anche nel caso peggiore e non auspicabile di un furto, atto vandalico o crimine, un impianto di videosorveglianza può sempre documentare dettagliatamente l’intrusione e gli eventi occorsi, dando modo di comprenderne tempi e modi (e quindi di rafforzare eventuali debolezze esistenti), nonché di supportare concretamente le autorità giudiziarie nelle attività investigative.

LivingTECH è Partner Certificato Mobotix, azienda tedesca leader mondiale che spicca con prodotti di assoluta eccellenza nel panorama tecnologico dei sistemi di videosorveglianza e videocitofonia digitale.




Un nostro progetto di videosorveglianza e videocitofonia con valenza sociale, applicate in un contesto abitativo con persona disabile, è stato annoverato tra le migliori applicazioni realizzate in Italia e presentato ufficialmente da Mobotix tra i propri Case Study di riferimento, come esempio per tutti i progettisti, system integrator e installatori di impianti elettrici residenziali.
E' opportuno infine rammentare che gli impianti di videosorveglianza godono di incentivi economici e di agevolazioni fiscali.


Link e file di approfondimento


COMMERCIALIZZIAMO IN ESCLUSIVA PER L'ITALIA
INNOVATIVE MATTONELLE LUMINOSE FOTOVOLTAICHE

SONO NOSTRI I MIGLIORI SISTEMI
DI VIDEOSORVEGLIANZA

TRATTIAMO SOLO LE PIU' AVANZATE TECNOLOGIE
PER LA VIDEOSORVEGLIANZA E LA VIDEOCITOFONIA

PROPONIAMO DIMORE STORICHE, VILLE E
MASSERIE IN VENDITA NEL SUD DELLA PUGLIA

CHI SIAMO E
DI COSA CI OCCUPIAMO

LINK
ISTITUZIONALI

LivingTECH | Domotica, Smart & Assisted Living Technologies
© All rights are reserved. Powered by Blogger.